img-5180SD

Alberto Apostoli, progettare secondo canoni di sostenibilità ambientale

Mercoledì 24 aprile alle ore 11, ADAVA (Associazione albergatori della Valle d’Aosta), propone a Maison&loisir la conferenza «Il ciclo delle stagioni: nuove architetture per una nuova visione del paesaggio. Intervento dell’architetto Alberto Apostoli».

«Nel settore ricettivo – spiegano gli organizzatori – si consolida la tendenza di progettare secondo canoni di sostenibilità ambientale, attraverso lo sviluppo di strutture compatibili con il ciclo delle stagioni, che utilizzano risorse naturali del luogo e realizzate con metodi e materiali locali e con forme che assecondano il terreno e la visione del paesaggio. Un design sostenibile deve cercare il dialogo con l’esterno, deve essere pensato e realizzato per essere parte integrante dell’ambiente circostante.  L’intervento dell’Architetto Apostoli vuole illustrare tali concetti attraverso alcune case history e la presentazione di un hotel ecosostenibile, realizzato sul lago di Garda chiavi in mano, completamente in legno, dalla società Rubner Objektbau ed inaugurato il 29 marzo 2019».

Alberto Apostoli
Alberto Apostoli

 

Alberto Apostoli

Alberto Apostoli è ritenuto uno dei più importanti designer e trend setter in ambito «Wellness», a livello internazionale. Ha sviluppato, inoltre, importanti esperienze in diversi settori progettuali e a diverse scale: urbanistica, hotel, negozi, uffici, residenze e prodotto.

Nato a Verona nel 1968, si diploma in Elettronica, laureandosi in Architettura con una tesi in Economia. Nel 1997 apre il proprio studio caratterizzato da una vocazione poliedrica e multidisciplinare, naturale conseguenza del suo personale percorso. Gli interessi di Apostoli mirano a ridefinire la figura dell’architetto verso obiettivi olistici ed interdisciplinari. Sebbene gli aspetti creativi dominino tutta la sua attività professionale, questi sono visti come parte di una più ampia visione che il professionista contemporaneo deve possedere a partire da conoscenze filosofiche, storiche, economiche, sociologiche, religiose ed artistiche.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *