cani_san_bernardo-SD

I cani San Bernardo della Fondation Barry

Fin dall’antichità, il colle del Gran San Bernardo è usato per attraversare il massiccio alpino da mercanti, eserciti e pellegrini. Attorno alla metà dell’anno 1000, arriva anche San Bernardo, che fa costruire un Ospizio per accogliere quei viandanti che si avventurano tra quelle montagne in ogni stagione e che lui, Arcidiacono di Aosta, era solito soccorrere quando arrivavano al piano stremati dopo aver superato il Mont Joux, il Colle di Giove dei Romani. Da allora, l’Ospizio ospita i Canonici e i celebri cani che, grazie al loro fiuto sensibile, aprivano la strada ai soccorritori e riuscivano a ritrovare i malcapitati, dispersi o sepolti nella neve.

Nel corso del secolo scorso, il loro prezioso fiuto sarà poi sostituito da quello più tecnologico dei moderni apparecchi di ricerca-persone e dallo sviluppo del soccorso alpino e ora, grazie alla Fondation Barry, i cani San Bernardo sono utilizzati per attività e scopi sociali con disabili, nelle case per anziani e nelle scuole. I cani San Bernardo riescono, grazie al loro particolare carattere, a portare gioia a grandi e piccini.

La Fondation Barry è presente a Maison&loisir e offre la possibilità di scattare una foto con i cani San Bernardo al proprio stand.

cani_san_bernardo-3SD

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *